Prenota la tua visita on line
oppure chiama il numero
055.0620.500
Chirurgia
estetica
Medicina
estetica
Chirurgia plastica
ricostruttiva
Trattamenti
laser
Dietologia
Metabolic Balance
Video & photo
gallery

Occhi al centro con la blefaroplastica

Con l’avanzare dell’età può capitare che si formi un eccesso di pelle nella zona degli occhi, provocata dalla mancanza di elasticità, che provoca la formazione di rughe e grinze perioculari. Inoltre è possibile che con il tempo si formi un accumulo di grasso sottocutaneo sulle palpebre. Le borse che si formano nella zona delle palpebre possono disturbare l’estetica dello sguardo, facendo apparire gli occhi vecchi, stanchi e tristi. La blefaroplastica è l’intervento di chirurgia estetica al viso dedicato alla correzione degli inestetismi delle palpebre, facile e sicuro, che consente di ottenere un visibile ringiovanimento dello sguardo e una rinnovata freschezza al volto. La procedura consente infatti l’eliminazione delle pliche palpebrali, delle borse adipose e, in alcuni casi, il sollevamento della parte esterna dell’occhio, il tutto sempre con l’intento di correggere e mai stravolgere i tratti caratteristici dello sguardo.

L’intervento è praticato sia sugli uomini che sulle donne in casi di accumuli adiposi o borse sulle palpebre superiori o inferiori, occhi appesantiti da palpebre ptosiche che conferiscono uno sguardo stinco e triste, o per le cosiddette “zampe di gallina” con rilassamento cutaneo. In genere a richiederla sono persone al di sopra dei 35 anni che intendono ringiovanire lo sguardo, mentre i pazienti più giovani la richiedono spesso per fattori ereditari, quindi per ritoccare forma e taglio degli occhi. Ci sono poi casi in cui è consigliabile prendere in considerazione l’intervento non soltanto per motivi estetici, ma anche per ragioni funzionali, come nel caso di una severa ptosi delle palpebre che può ridurre il campo visivo.

L’intervento può essere svolto durante tutto l’anno, anche se consigliamo, quando possibile, di operarsi nei mesi estivi dato che dopo l’intervento è necessario portare occhiali da sole per circa una settimana al fine di proteggere la parte operata.

La blefaroplastica può essere praticata sulla palpebra superiore, inferiore o su entrambe (in questo caso di parla di blefaroplastica completa). Il chirurgo separa il tessuto cutaneo da quello adiposo e muscolare eliminando le parti in eccesso, come nel caso delle borse sotto agli occhi. Le cicatrici vengono fatte combaciare con le pieghe naturali dell’occhio in modo da risultare minime.

Salvo indicazioni cliniche particolari, l’intervento non richiede il ricovero ma viene svolto in tutta sicurezza in regime ambulatoriale con dimissione dopo 1 ora dall’intervento. L’operazione prevede l’anestesia locale abbinata a una blanda sedazione. L’intervento può interessare sia le palpebre superiori che quelle inferiori in base al grado di rilassamento cutaneo e alle borse adipose associate. Il risultato è generalmente definitivo e permanente, in alcuni casi può essere richiesto un ritocco dopo 10 anni.

Il post operatorio è solitamente rapido e indolore, caratterizzato solamente da lievi ematomi ed edemi. La vita normale può essere ripresa dopo circa 4-7 giorni di riposo.

Il risultato sono palpebre ringiovanite e rilassate con un alto grado di soddisfazione dei pazienti. L’intervento di blefaroplastica può essere eseguito da solo o in associazione con altre tecniche chirurgiche come il lifting per intervenire in maniera più massiva e radicale sul volto.

⇓  Fai la tua domanda  ⇓

Accetta i termini della Privacy