Addominoplastica / Miniaddominoplastica

Cos'è l'Addominoplastica?

Fotolia_10507464_L

L’intervento di addominoplastica mira a restituire alla parete addominale un certo tono sia mediante l’eliminazione dell’antiestetico grembiule adipo-cutaneo in eccesso sia, in alcuni casi, il ripristino del tono muscolare della parete mediante sutura dei muscoli retti addominali.

Con la loro decennale esperienza e competenza il dott. Romano e la dott.ssa Jasmin Fuhr , specialisti in Chirurgia Plastica ed Estetica, saranno lieti di consigliarvi e seguirvi nelle vostre scelte aiutandovi a raggiungere nel modo più corretto e sicuro il vostro ideale di benessere e di naturale bellezza.

Anestesia

Generale

Durata

120/180 minuti

Ricovero

1 notte

Costo

Contattaci

Se la paziente presenta un lieve accumulo esclusivamente cutaneo in sede sotto ombelicale, i medici dello Studio Romano Fuhr valuteranno la possibilità di eseguire un intervento di miniaddominoplastica con liposuzione della parete sovraombelicale. Tale tecnica prevede tempi chirurgici più rapidi rispetto alla normale addominoplastica in quanto si differenzia da questa per l’assenza della trasposizione dell’ombelico. 

L’intervento può essere eseguito in anestesia locale o spinale con un ricovero in regime di Day Hospital con una durata dell’intervento che può variare dai 90 ai 120 minuti.

La miniaddominoplastica consente un recupero post operatorio più rapido e una ripresa della vita sociale notevolmente più veloce (4-5 giorni) rispetto alla tecnica tradizionale.

Le cicatrici residuanti dall’intervento sono generalmente lievemente ridotte rispetto a quelle dell’addominoplastica tradizionale e la loro posizionate al di sotto della linea la rende molto simile a quella di un parto cesareo.

Il risultato della miniaddominoplastica è generalmente definitivo e duraturo nel tempo se il paziente si sottopone ad un costante controllo del proprio peso.

I pazienti candidati all’intervento di addominoplastica sono uomini e donne, di età compresa fra i 30 e i 60 anni, i quali hanno subito un progressivo calo del trofismo della parete addominale a seguito delle seguenti cause:

  • Rilassamento cutaneo del “grembiule” addominale a seguito di forti dimagrimenti ottenuti mediante diete, incremento dell’attività fisica o interventi bariatrici.
  • Rilassamento muscolo-cutaneo dell’addome a seguito di gravidanze che hanno indebolito vistosamente la parete addominale con comparsa di diastasi (allargamento) dei muscoli retti addominali.

I medici dello studio Romano Fuhr consigliano ai pazienti di seguire alcune basilari raccomandazioni al fine di ottenere un risultato clinicamente soddisfacente e stabile nel tempo. 

I requisiti fondamentali sono:

  • Aver raggiunto un peso stabile nel tempo.
  • Attendere almeno 6-9 mesi dal parto.
  • Smettere di fumare per 3-4 settimane prima e dopo l’intervento di addominoplastica.
  • L’intervento può essere eseguito durante tutto il periodo dell’anno in funzione degli impegni e organizzazione della paziente.

La visita preoperatoria con lo staff medico dello Studio Romano Fuhr ha la finalità di valutare la situazione clinica generale della paziente e concordare con questa il risultato desiderato in un clima assolutamente informale ma professionale.

Al fine di escludere preesistenti patologie della parete addominale si consiglia ai pazienti di eseguire, oltre agli esami di routine per tutti gli interventi chirurgici (emocromo, assetto coagulativo ed ECG), anche:

  • ecografia della parete addominale al fine di escludere la presenza di ernie ombelicali o affini
  • ecocolordoppler degli arti inferiori

L’intervento prevede una anestesia generale ed un ricovero presso una struttura sanitaria per 24 h.

La durata dell’intervento può variare dall’entità del tessuto da asportare, così come dalla tecnica adottata, con una durata dell’intervento variabile fra i 120 e i 240 minuti.

Il rimodellamento dell'addome viene eseguito mediante un'incisione cutanea che si estende dal pube fino ad arrivare alle spine iliache bilateralmente. Tale incisione consente di scollare tutta la parete addominale fino all’arcata costale avendo cura di disinserire dalla cute stessa l’ombelico il quale ritornerà nella sua posizione fisiologica originaria. 

Mediante tale scollamento è possibile distendere verso il basso la cute addominale al fine di rimuovere tutta la porzione di cute e adipe in eccesso. In alcuni casi è possibile eliminare quasi interamente le strie cutanee posizionate sotto l’ombelico.

L’ombellico, struttura fissa della parete addominale, verrà fatto riaffiorare nella sua nuova sede conferendo all’addome un aspetto bello disteso e tonico.

I medici dello studio Romano Fuhr pongono da sempre grande attenzione alle problematiche dei pazienti che hanno subito una diastasi dei muscoli retti dopo la gravidanza o a seguito progressivo sventramento addominale da eccessivo aumento di peso offrendo a questi la possibilità di effettuare il riposizionamento dei muscoli addominali mediante sutura di avvicinamento di questi. 

In alcuni casi il chirurgo può consigliare di associare una aspirazione dei fianchi o di altre zone del corpo al fine di armonizzare al meglio le forme del tronco.

Il post operatorio dell’addominoplastica è solitamente caratterizzato da lievi ematomi e edemi associati a lievi fastidi facilmente controllabili con analgesici orali nelle 24 ore. 

Si consiglia riposo a letto per 24 ore poi modica attività per 5-7 giorni dopo di che potrà rientrare al lavoro. 

La paziente sarà sottoposta a controlli e medicazioni dopo 24 ore, una settimana e due settimane. 

La cicatrice che residua dall’intervento è generalmente di buona qualità e la sua posizionate al di sotto della linea dello slip la rende particolarmente “invisibile” da occhi indiscreti.

Al fine di migliorare il risultato e accelerare la guarigione si consiglia di portare un panciera elastica per un mese.