Mastoplastica riduttiva

Fotosearch_k10556369

Cos'è la Mastoplastica Riduttiva?

La mastoplastica riduttiva eseguita dal strong> dott. Romano e dott.ssa Fuhr ha come scopo la riduzione e armonizzazione di un seno troppo voluminoso e/o cadente (ipertrofia mammaria o vera e propria gigantomastia) il quale arreca fastidi alla paziente sia di tipo estetico che di tipo funzionale quali mal di schiena, dolori in sede clavicolare, micosi ricorrenti, difficoltà a fare attività fisica, etc.

Anestesia

Generale

Durata

120/180 minuti

Ricovero

Day Hospital

Costo

Contattaci

Le pazienti candidate all’intervento di mastoplastica riduttiva sono donne di tutte le età con un eccessivo sviluppo del seno sia per cause ormonali che di aumento di peso. In alcuni casi di ipertrofia da cause congenite si prevede la riduzione del seno anche in pazienti di età inferiori a 18 anni purché abbiano terminato lo sviluppo. 

I seni possono essere suddivisi in:

  • Ipertrofia moderata - Seni modicamente sproporzionati rispetto al corpo
  • Ipertrofia severa/grave - Seni che comportano alla paziente difficoltà di tipo funzionale da ingombro con riduzione delle loro normali attività
  • Gigantomastia - Eccessivo sviluppo del seno con limitazioni funzionali e progressiva comparsa di patologie associate quali cervicalgia, parestesie,cutane, decubiti, micosi, ecc.

I medici dello Studio Romano Fuhr saranno lieti di consigliarvi al meglio sull’intervento più adatto al vostro caso clinico con particolare attenzione ai desideri della paziente e agli esiti cicatriziali. 

L’intervento può essere eseguito durante tutto il periodo dell’anno in funzione degli impegni e organizzazione della paziente. 

Il risultato della mastoplastica additiva non è definitivo e si consiglia di eseguire controlli regolari del seno e della protesi. 

A 10-15 anni dall’intervento si consiglia di valutare l’eventuale sostituzione della protesi.

La visita preoperatoria con lo staff medico dello Studio Romano Fuhr ha la finalità di valutare la situazione clinica generale della paziente e concordare con questa il risultato desiderato in un clima assolutamente informale ma professionale. 

Gli esami specifici per l’intervento di mastoplastica additiva sono, oltre agli esami di routine per tutti gli interventi chirurgici (emocromo, assetto coagulativo ed ECG):

  • una ecografia mammaria o mammografia al fine di escludere qualsiasi patologia benigna o maligna della ghiandola mammaria.

La mastoplastica riduttiva consiste nella rimozione di parte del volume ghiandolare ed adiposo della mammella ipertrofica al fine di ottenere un armonico rimodellamento del seno con un naturale riposizionamento craniale del complesso areola capezzolo. 

L’intervento viene eseguito in anestesia generale e salvo indicazioni cliniche particolari (patologie concomitanti) non richiede il ricovero ma viene svolto in assoluta sicurezza in regime di Day Hospital (dimissione dopo 4 - 6 ore dall’intervento) con una durata dell’intervento di circa 180 – 240 minuti. 

Lo staff medico dello Studio Romano Fuhr pone da sempre molta attenzione alle cicatrici residuanti dall’intervento le quali sono generalmente di buona qualità e destinate a essere quasi “invisibili” dopo un anno dall’intervento. 

Questo intervento può, secondo le tecniche, compromettere l’allattamento pertanto nella visita preoperatoria bisogna esprimere al chirurgo se si desidera avere una gravidanza dopo l’intervento. 

Il risultato della mastoplastica riduttiva non è definitivo ma può essere permanente se la paziente si sottopone ad un costante controllo del proprio peso; in alcuni casi può essere richiesto un ritocco dopo 10 anni.

Il post operatorio della mastoplastica riduttiva è solitamente caratterizzato da lievi ematomi e edemi associati a lievi fastidi facilmente controllabili con analgesici orali nelle 24 ore. 

Si consiglia riposo a letto per 12 ore poi modica attività per 7-10 giorni dopo di che potrà rientrare al lavoro. 

La paziente verrà sottoposta a controlli e medicazioni dopo 24 ore, una settimana e due settimane. 

Solitamente non si devono rimuovere i punti di sutura dato che questi si riassorbiranno spontaneamente. 

Si consiglia di portare un reggiseno contenitivo per 1 mese e di astenersi per questo periodo da attività fisica o sforzi muscolari con le braccia.