Scleroterapia dei vasi cutanei

Cos'è la Scleroterapia dei piccoli vasi cutanei?

Fotolia_6895064_M

La scleroterapia è una tecnica semplice e sicura utilizzata già da molti anni per eliminare antiestetici vasi cutanei di piccolo calibro e capillari dilatati (teleangectasie) degli arti inferiori. 

Il trattamento consiste nell’iniettare all’interno del vaso una soluzione irritante capace di determinare un processo infiammatorio tale da determinarne la chiusura. 

Dato che il trattamento è esclusivamente estetico e non curativo, in casi clinici particolarmente estesi, si consiglia di eseguire un ecocolordoppler degli arti inferiori al fine di comprenderne eziopatogenesi ed eventualmente ricorrere ad altre terapie più idonee.

Le aree maggiormente interessate da questo tipo di in estetismo sono:

  • Cavo popliteo
  • Gambe
  • Caviglie
  • Cosce

Il trattamento prevede l’individuazione del ramo vascolare principale responsabile rifornimento della teleangectasia e suo incanalamento al fine di iniettarne all’interno una soluzione a concentrazione variabile capace di irritare le pareti dei vasi stessi provocandone la successiva obliterazione. 

Terminata la seduta infiltrativa si consiglia di eseguire una terapia compressiva con bendaggio o indossare una calza compressiva al fine di mantenere i vasi compressi per 2 – 3 giorni.

Il trattamento dura circa 30-60 minuti in funzione dell’estensione dell’area da trattare e viene svolto presso lo studio del medico. 

Terminata la seduta i capillari trattati potranno essere ancora evidenti e circondati da un alone infiammatorio. 

Eventuali piccoli ematomi si risolveranno in circa 10-15 giorni. 

Il risultato del trattamento è apprezzabile dopo 2 -3 applicazioni e spesso si completano con una sessione laser per la “pulizia” dei vasi piccolissimi. 

Si consiglia di eseguire il trattamento nei mesi invernali.