Ringiovanire le mani con la medicina estetica

545a3b86c6db856

Le mani lavorano, puliscono, accudiscono, indicano, accarezzano, amano, e sono, più del viso, le zone più esposte agli agenti esterni. Ecco perché rivelano più chiaramente di qualsiasi altra parte del corpo le tracce del tempo che passa. La pelle delle mani invecchia infatti 5 volte più velocemente di quella del volto. Inoltre, se per altre zone del viso si può “camuffare” l’età con il make up o con altri piccoli accorgimenti, per le mani ciò non è possibile. Dalle macchie scure alla pelle secca, alle vene più o meno evidenti, persino le unghie, con il passare degli anni, tendono a modificare la loro forma e il loro spessore, rivelando così una mano non più giovane.

Per contrastare l’effetto del tempo sulle nostre mani, oltre una buona cosmesi quotidiana, è importante agire in senso preventivo e correggere quegli inestetismi che sono espressione dello scorrere del tempo. Alle mani infatti dovrebbe essere riservata la stessa cura che abbiamo per il viso, il collo e il decolleté, cosa che invece molto spesso non avviene. Eppure spesso sono proprio le mani, quando sono belle e curate, a dare della persona in generale un’immagine sofisticata e piacevole.

La medicina estetica può aiutare, con diversi trattamenti, ad avere mani più giovani e belle. Vediamo come.

  • Contro le macchie in primo luogo si possono provare creme dall’effetto schiarente che, con l’aiuto di alcuni principi esfolianti, agiscono sulle macchie scure tipiche dell’età. Le macchie sulle mani (così come quelle su viso e decolleté) possono essere brillantemente trattate con l’utilizzo della luce pulsata, un macchinario che consente, mediante ripetute applicazioni, la quasi completa scomparsa della pigmentazione melanocitica della cute.
  • Per restituire turgore alle pelle del dorso delle mani si può intervenire con i filler anti-age iniettati sotto pelle. La seduta è assolutamente indolore e l’effetto è sia riempitivo che rigenerante, e comunque del tutto naturale.
  • Un’altra soluzione per il ringiovanimento delle mani è rappresentata dal PRP (plasma ricco di proteine), un trattamento che stimola la neo sintesi di collagene e acido ialuronico. Si tratta di una metodica adatta come forma di prevenzione, dunque a partire dai 30 anni, ma anche ideale per mani over 50, perché innesca un processo di graduale ringiovanimento cutaneo. Si preleva una piccola quantità di sangue venoso e si centrifuga per separare i globuli rossi dal siero contenente plasma e piastrine. A questo punto il plasma attivato viene iniettato sotto la cute con delle micro iniezioni sul dorso della mano.
  • Mani ruvide e costantemente screpolate sono dovute soprattutto al danneggiamento del film idrolipidico - una sottile barriera formata da proteine, grassi e acqua - a causa di sbalzi di temperature e sostanze irritanti. Per mani sempre giovani e lisce è possibile ricorrere a un peelingapposito che esfolia la pelle e la ammorbidisce.

Infine, ecco alcuni consigli da mettere in pratica nella vita quotidiana per mani belle, lisce e giovani:

  • Indossare sempre i guanti in lattice quando si usa qualunque tipo di detersivo. Quelli in lattice sono molto sottili e conservano la sensibilità delle mani, così è possibile maneggiare ogni cosa con facilità.
  • Anche fuori casa, in inverno, è indispensabile indossare i guanti per proteggere le mani dal freddo.
  • Nel periodo estivo invece, non bisogna dimenticare di utilizzare una protezione solare anche sulle mani per evitare che il sole “peggiori” la situazione delle rughe e delle macchie sul dorso delle mani.
  • Infine, non dimenticare mai di idratare le mani con creme specifiche che creano una barriera protettiva dagli agenti esterni.