Luce pulsata (IPL) vs laser ad Alessandrite

Come funziona l'epilazione progressiva permanente?

Fotosearch_k6389408

Esistono attualmente due metodi particolarmente efficaci per l’eliminare i peli superflui o il trattamento dell’ipertricosi di tutte le zone del corpo: la luce pulsata (IPL) ed il laser ad Alessandrite.

Queste tecnologie fruttano l’energia luminosa ad alta intensità per bersagliare le cellule pigmentate del follicolo pilifero ricche di pigmenti scuri, distruggendole definitivamente dopo alcuni trattamenti. Il pelo ha 3 fasi di crescita: anagen, catagen e telogen; la fase in cui il pelo è sensibile e vulnerabile al trattamento con luce pulsata o con laser ad allessandrite è la fase anagen (fase di sviluppo). 

Ne consegue che per ottenere un trattamento efficace risulta necessario eseguirlo più passaggi nella stessa zona con intervalli di un mese al fine di colpire il maggior numero di peli in fase anagen. L’ esposizione solare deve essere fortemente evitata per circa 1 mese prima del trattamento al fine di avere la massima differenza di colore fra la cute ed il pigmento del pelo.

Questi trattamenti sono fortemente consigliati nel periodo invernale.

Prima delle sedute di luce pulsata o del Laser ad alessandrite è necessario che il medico valuti le aree del corpo da trattare, la qualità dei peli, il loro colore ed il fototipo cutaneo.

Esistono 5 tipi di fototipi che guidano il medico nella valutazione e nella determinazione nella durata e nella intensità dell’ impulso da somministrare per ottenere la massima efficacia dal trattamento e per decidere il tipo di macchina da utilizzare.

La paziente prepara la zona da trattare rimuovendo i peli mediante un rasoio circa 2-4 giorni prima del trattamento. I peli devono essere appena visibile per consentire di individuare la zona da trattare. Il trattamento crea una sensazione di calore sulla pelle ma un sistema accessorio o integrato di raffreddamento forzato della cute rende il trattamento assolutamente confortevole minimizzando la sensazione di bruciore che lo accompagna. La zona trattata si presenterà dopo il trattamento leggermente arrossata.

La seduta dura in media dai 30 ai 60 minuti in funzione dell’estensione dell’area da trattare, intervallate ogni mese. L’epilazione è un trattamento progressivo pertanto necessita di circa 7-10 sedute per ottenere il risultato completo. Durante il periodo di trattamento si consiglia di evitare assolutamente l'esposizione ai raggi solari e/o a lampade UVA per non abbronzare la pelle. Durante il periodo di trattamento si consiglia di proteggere la cute da trattare con uno schermo solare di almeno 30 spf (protezione alta).